Prenota ora 3385626350

Pasquetta sagra del torrone

 

La Barbagia propone un valido motivo per essere visitata, ed in particolare segnaliamo l'appuntamento che coincide con la pasquetta di Tonara: La Sagra del torrone edizione n° 36Il pittoresco borgo del Gennargentu è famoso per essere la patria del  poeta Peppinu Mereu, indiscusso autore di versi immortali, tra i quali citiamo  " nanneddu meu "  e di tanti altri scritti divenuti patrimonio identitario della Sardegna. Andare a Tonara significa incontrare i bravissimi artigiani che fabbricano manualmente is "pettiolos"  (campanacci) : "is pittiolaios"  sono attuali  testimoni di una tradizione che affonda le radici nella notte dei tempi.  Tutt'ora sono gli artefici di minuscole opere d'arte che vanno ad abbellire gli armenti al pascolo di tutta l'isola, ancora, fanno da colonna sonora al carnevale dei mamuthones e di tante altre maschere rituali. Ma come da tema proposto, guardiamo con attenzione al  re della giornata; è un prodotto attorno al quale  ruota l'economia del borgo, che oggi conta  2100 abitanti circa ed è posto a 1000 m.s.l.m. Tonara  in Sardegna è senza dubbio il paese del Torrone. I Tonaresi producono questo incredibile dolce da tempi lontani, esso infatti conserva una  specificità tutta sarda,creato con una  ricetta che si replica da sempre: albume, miele, mandorle o nocciole, addirittura noci. Gli stessi abitanti del borgo sono  testimonial di questa bontà, animando tutte le feste della Sardegna con le loro variopinte bancarelle e proverbiale loquacità. In Barbagia, in Campidano in tutta la  Sardegna non vi è festa in qui non si possa scorgere  la bancarella con i  torroni. La Pasquetta risulta essere il culmine di una serie di appuntamenti dal carattere fortemente religioso, infatti la settimana santa viene vissuta intensamente in Barbagia. In  questa sede diciamo pure frivola non invaderemo il terreno della fede. Ci limiteremo a raccontare quello che la sagra del torrone  offrirà: una generosa presenza di gruppi folck e cori popolari che animeranno le vie del borgo, trasmettendo calore ed emozioni ai turisti. Da non perdere i laboratori dei campanacci e la grande degustazione collettiva di torrone che sarà preparato in piazza ed offerto ai turisti. Molto significativa ed interessante è sicuramente  la Casa Porru.  Una prestigiosa dimora storica, una casa  padronale di montagna. E' stata restaurata con molta perizia e si  presta alle visite accompagnate con guide serie e preparate. La visita permetterà di visitare gli oltre 43 ambienti che ci parlano di un archittetura domestica fortemente originale ed autoctona. In forma giocosa  raccomandiamo  un sorso d'aqua alla fontana di Galusè, cara al poeta Mereu ed ispiratrice della celebre poesia, cantata da tutti i cori della Sardegna. Chi berrà da questa sorgente avrà grosse probabilità di ricevere in dono: l'estro, la genialità e la simpatia tipica dei Tonaresi. Ecco speriamo di aver fornito una preziosa sintesi che potrebbe servire da spunto per trascorrere la vostra pasquetta nel cuore della Sardegna. Naturalmente il nostro staff è a disposizone con un efficiente servizio di guida ed inoltre proponiamo diversi menù tipici nella nostra storica locazione al cafe l'edera. Tempo permettendo sara allestito l'ovile di "S'Arcu " per fare un tuffo nell'ospitalità dei pastori.

Cookie Policy   -   Note legali   -   Privacy